fbpx

Alfonso Pisicchio

Alfonso Pisicchio è nato a Bari 58 anni fa, sposato da 29 anni, padre di 3 splendidi figli.

Laureato in scienze giuridiche d’impresa con tesi in diritto amministrativo “Le città metropolitane: forme urbane e assetti istituzionali”. Già vicedirettore e docente di decorazione all’Accademia di Belle Arti di Bari.

Sin da ragazzo impegnato in politica, nel ‘90 sono stato eletto consigliere del Comune di Bari. Nel corso della consiliatura ricevo la nomina di Assessore con deleghe prima al Personale e, successivamente, all’Ambiente, Igiene e Sanità. 

Sono stato presidente della FINSEMAR, società mista tra Regione Puglia, Consorzio del Porto e imprenditori locali e componente del CdA dell’azienda municipale del gas, l’AMGAS. 

Nel giugno del 1999 sono stato eletto nel Consiglio della Provincia di Bari che, all’unanimità, mi elegge suo Presidente. In tale veste coordino la delicata fase di adeguamento dello Statuto provinciale ai princìpi del federalismo, introdotti nel nostro ordinamento dalla riforma della Costituzione. In quegli anni entro a far parte del direttivo nazionale dell’Unione delle Province Italiane (U.P.I.), assumendo la carica di Presidente del dipartimento del Personale.

Nell’aprile del 2000 sono stato eletto per la prima volta Consigliere regionale, concentrando il mio impegno nelle Commissioni permanenti per la riforma dello Statuto della Regione Puglia e in quella del Bilancio.

Nel 2002, sulla spinta del federalismo, promuovo la costituzione di Rinnovamento Puglia che nella sua azione pone prioritariamente il territorio regionale con una nuova e moderna forma d’impegno politico fondata su programmi certi e ben definiti, al di là degli schemi politici precostituiti. Questa attenzione alle nuove forme di partecipazione dei cittadini alla vita politica, mi portano a dar vita, insieme a rappresentanti di altre esperienze simili in altre realtà italiane, come Riccardo Illy, al Coordinamento Nazionale delle Liste Civiche denominato “Governo Civico”.

Nel 2004 sono stato nuovamente eletto nel Consiglio provinciale nella consiliatura, in cui ricopro la carica di capogruppo di Rinnovamento Puglia.

Nel dicembre 2006 il Sindaco di Bari Michele Emiliano mi chiama a presiedere la società partecipata del gas, l’AMGAS s.r.l. Nel giro di pochi anni la società si rilancia grazie ad un profondo risanamento dei conti, raggiungendo importanti obiettivi sociali, quali la stabilizzazione dei lavoratori precari e l’assunzione di nuovo personale.

Nel giugno 2009 sono stato eletto Consigliere comunale di Bari e, nell’agosto dello stesso anno, nominato vicesindaco della seconda Amministrazione Emiliano con delega alle Aziende partecipate. Alla fine del 2013 assumo anche le deleghe al Bilancio e alle Politiche comunitarie.

Nel 2014 sono stato rieletto Consigliere comunale con circa 1300 preferenze nella mia lista civica a sostegno di Antonio Decaro Sindaco di Bari. Nell’ottobre dello stesso anno sono eletto Consigliere della neonata Città metropolitana di Bari con oltre 6500 voti ponderati, risultando il consigliere più suffragato del centrosinistra. Da febbraio 2015 al luglio 2015 delegato al Bilancio, Programmazione economica e ai Rapporti con il Consiglio metropolitano, ho presieduto la Commissione che ha redatto lo Statuto della Città Metropolitana di Bari. 

Nel maggio 2015 mi candido al Consiglio regionale della Puglia risultando il primo degli eletti con 8.447 voti di preferenza nella lista civica “la Puglia con Emiliano”. Presidente della VI Commissione consiliare permanente (cultura, formazione, istruzione, lavoro, politiche comunitarie, immigrazione) sino al luglio 2017.

Nel maggio 2019 mi candido al Parlamento europeo, nella circoscrizione Sud, con +Europa, ottenendo oltre 21.000 voti di preferenza, risultando il terzo più suffragato della città di Bari dopo i leader della Lega e Forza Italia e realizzando uno tra i primi risultati d’Italia, in termini di preferenze, della lista.

Attualmente assessore regionale alla Pianificazione territoriale – Urbanistica, Assetto del territorio, Paesaggio, Politiche abitative.