Carluccio: “Serve circolo virtuoso per ambiente e terzo settore”


“Conosci i nostri candidati” è una raccolta di interviste (che potrai leggere qui), finalizzate a far sapere meglio i temi e le proposte dei protagonisti di Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia. Ecco Angela Carluccio, avvocata e già Sindaca di Brindisi.

Chi sei?

Sono Angela Carluccio, ho 47 anni, vivo a Brindisi dove esercito la professione di avvocato civilista. Sono sposata con Sergio ed ho tre figli, Camilla, Giorgia e Gianmarco, tutti in età scolare.

Che fai?

Mi dedico alla mia famiglia, al mio lavoro e, nel tempo libero, mi piace leggere e stare con gli amici con i quali da anni, condivido tempo ed interessi comuni. Mi piace molto il contatto con la gente prestando una attenzione particolare alle persone che hanno maggiore bisogno di attenzione alle quali cerco di dedicare ascolto mettendomi a disposizione sia personalmente sia con la mia professione. Con questo stesso spirito di servizio, mi sono approcciata all’esperienza politica che mi ha fatto crescere molto e che ha determinato in me un convincimento ancora più forte di quanto sia indispensabile cercare di mettere a disposizione le proprie capacità, con tutti i limiti che ciascuno di noi ha, ma con l’obiettivo di perseguire il bene collettivo.

I temi della tua campagna elettorale?

Brindisi è una provincia che ha potenzialità inespresse che attendono, da troppo tempo, di essere messe a frutto. Siamo un territorio che presenta, naturalmente, tutte le caratteristiche in grado di garantire un giusto riconoscimento a livello non soltanto regionale ma anche nazionale e internazionale. Brindisi è una perla del Mediterraneo che aspetta soltanto di poter mostrare a tutti e, soprattutto, ai propri cittadini, la propria bellezza! Una provincia su cui occorre investire per migliorare i tanti aspetti socio-economici che sono in affanno, penso alla sanità, agli investimenti sul porto, all’aeroporto, all’agricoltura, all’Università, al Terzo Settore, all’ambiente.

Quale proposta porteresti per prima in Consiglio regionale?

Sono molti i settori meritevoli di attenzione e bisognoso di atti concreti volti a dare risposte, da troppo tempo attese ma credo. In uno spirito di condivisione delle esigenze di tutto il territorio provinciale, inizierei dall’ambiente e dal terzo settore avviando un circuito virtuoso in grado di mettere in funzione un meccanismo a cascata con benefici diffusi a tutti i livelli: economico, sociale, di tutela della salute e dell’ambiente, del lavoro.

Aderisci a Senso Civico

0 comments on “Carluccio: “Serve circolo virtuoso per ambiente e terzo settore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *