Preite: “Facilitare l’accesso ai fondi per i piccoli produttori olivicoli”


“Conosci i nostri candidati” è una raccolta di interviste (che potrai leggere qui), finalizzate a far sapere meglio i temi e le proposte dei protagonisti di Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia. Ecco Luigino Preite, già consigliere comunale di Taurisano, in provincia di Lecce.

Chi sei?

Mi chiamo Luigino Preite, ho 48 anni e risiedo a Taurisano. Amo la mia terra e questo, da sempre, mi ha portato a seguire da vicino i problemi e le opportunità che la caratterizzano, partendo dai bisogni primari della gente. Il mio interesse per la “cosa pubblica” è maturato nel tempo grazie alla partecipazione ad eventi politici e culturali territoriali. Sono successivamente diventato componente del direttivo della sezione del partito al quale ero iscritto, nonché consigliere comunale del mio paese e capogruppo consiliare fino al 2016. Sono padre di due figli, Matteo e Riccardo, e grazie a loro, osservo da vicino le possibilità e anche le incertezze con le quali si misura la loro generazione. Trascorro il mio tempo libero in campagna, sperimentando nuove e tradizionali coltivazioni: gli alberi e la natura mi hanno insegnato che la primavera torna sempre a rinnovarsi.

Cosa fai?

Sono un infermiere. Già dalle prime esperienze, negli anni di tirocinio in ospedale, ho “imparato” il dolore e la sofferenza degli ammalati e capito che avrei svolto con dedizione il mio lavoro, cercando di essere conforto, aiuto e sollievo per il prossimo. Lavorando presso i nosocomi, ho compreso che avrei voluto contribuire a salvare vite umane in prima linea, intervenendo nelle urgenze e nelle emergenze. Il bisogno costante di aggiornamento unito alla mia curiosità anche in altri ambiti mi hanno portato a seguire continui corsi di formazione. Attualmente sono iscritto all’Università per conseguire un master di approfondimento.

I temi della tua campagna elettorale?

Il periodo di emergenza in cui stiamo vivendo mi ha indotto spesso alla riflessione sui punti di forza e di debolezza del settore sanitario. Oggi, più che mai, credo che sia necessario un sistema ben organizzato che risponda in maniera convincente ai bisogni della gente, partendo dal rafforzamento delle strutture, dei mezzi a disposizione e del personale, affinché, da un lato, gli operatori possano lavorare in sicurezza e, dall’altro, i pazienti possano avere risposte e soluzioni ai loro problemi in tempi più rapidi, senza infinite liste d’attesa. Una rete capillare di “intervento” può, senza dubbio, rendere alla persona la sua centralità, nell’ottica della riduzione delle disuguaglianze e del miglioramento del benessere per tutti.

La mia passione per l’agricoltura mi spinge ad osservare, con tanta amarezza, i danni incalcolabili che la Xylella ha procurato nella nostra regione dal punto di vista economico, paesaggistico, culturale, turistico e anche affettivo. I piccoli produttori, oggi, vivono una situazione di blocco senza possibilità di rimettersi in gioco in quanto esclusi da qualsivoglia intervento o provvedimento. È urgente battersi e lavorare per restituire dignità all’agricoltura, ai piccoli conduttori e alle piccole imprese locali, sia per recuperare l’identità territoriale sia per impedire l’esodo di massa dei nostri giovani, partendo dalla formazione e dalla sperimentazione, nell’ottica dell’ecosostenibilità.

Quale proposta porteresti per prima in Consiglio regionale?

Sicuramente mi impegnerei perché anche i più piccoli produttori olivicoli, ora esclusi, possano avere accesso ai fondi per l’eradicazione e il reimpianto degli alberi: sarebbe un incentivo e un punto di partenza per ridonare dignità ad un settore in crisi e, di conseguenza, ritornare a creare reddito ed occupazione. Poi andrebbe rivisto il piano di organizzazione ospedaliera, con il potenziamento delle strutture e del personale sanitario.

Aderisci a Senso Civico

0 comments on “Preite: “Facilitare l’accesso ai fondi per i piccoli produttori olivicoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *