Renna: “Più attenzione alle persone con disturbi dell’apprendimento”


“Conosci i nostri candidati” è una raccolta di interviste (che potrai leggere qui), finalizzate a far sapere meglio i temi e le proposte dei protagonisti di Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia. Ecco Oronza Renna, docente e consigliera comunale a Trepuzzi, in provincia di Lecce.

Chi sei?

Sono Oronza Renna, ho 43 anni, sono sposata e madre di due figli. Risiedo da sempre a Trepuzzi, paese a nord di Lecce.

Dopo la laurea in Scienze dell’educazione conseguita presso l’Università degli Studi di Lecce, ho proseguito la mia formazione frequentando corsi post-laurea, specializzandomi in scienze della valutazione e dell’apprendimento. Ho lavorato come educatrice presso un centro diurno per minori, esperienza che mi ha avvicinato ai ragazzi e alle ragazze, alle loro esigenze e ai loro bisogni.

Ho sempre creduto nella necessità di investire le proprie energie in attività volte alla promozione del bene comune e ciò mi ha portato ad essere da sempre impegnata in attività di volontariato presso diverse associazioni del territorio che operano nel terzo settore.  

Che fai?

Sono una docente di scuola primaria. Dal 2016 sono Consigliera comunale nel Comune di Trepuzzi. Ho ricoperto la carica di presidente della commissione servizi sociali, pubblica istruzione e cultura. Attualmente sono vice Presidente di un circolo culturale che opera da oltre vent’anni sul territorio.

I temi della tua campagna elettorale?

Ho deciso di candidarmi alle prossime elezioni regionali con la lista Senso Civico – un nuovo Ulivo per la Puglia perché desidero contribuire al conseguimento del bene comune, nella consapevolezza che il vero obiettivo della politica è quello di essere al servizio dei cittadini. Nella mia campagna elettorale un’attenzione particolare sarà rivolta ai temi del welfare, dei diritti del cittadino e dell’ambiente. Considero altresì impegno prioritario delle Istituzioni la tutela dei diritti delle donne e degli uomini, soprattutto di coloro che sono a rischio di discriminazione.

Sarà indispensabile, in questo senso, mettere in campo iniziative atte a contrastare comportamenti discriminatori e favorire le pari opportunità nei settori lavorativi, sociali, economici, civili e politici. Durante il mio mandato di Consigliera comunale ho posto molta attenzione al tema dell’ambiente con diverse mozioni, al fine di tutelarlo e preservarlo. In linea con quanto finora fatto, tra le mie priorità in Consiglio regionale ci sarà la tutela dell’ambiente e la promozione di una spiccata sensibilità delle comunità chiamate a custodire il proprio territorio. Credo fermamente nella necessità di modificare la produzione energetica nella nostra Regione in un’ottica green, che dovrà guardare con più interesse alle energie rinnovabili e alla produzione di idrogeno verde. Ritengo indispensabile, quindi, investire sulla costruzione di una sensibilità ambientale che miri al benessere psico-fisico di ogni cittadino.

Quale proposta porteresti per prima in Consiglio regionale?

Rappresentare i cittadini in Consiglio Regionale significa farsi portavoce delle loro istanze e delle necessità fondamentali. La vicinanza al mondo della scuola mi ha consentito di conoscere i bisogni e le esigenze delle nuove generazioni. Se dovessi avere l’onore di rappresentare il mio territorio in Consiglio Regionale cercherei di dare seguito al lavoro già intrapreso negli ultimi mesi, chiedendo la piena attuazione, attraverso un’adeguata copertura finanziaria, della proposta di legge già presentata relativa ai diritti delle persone con Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Aderisci a Senso Civico

0 comments on “Renna: “Più attenzione alle persone con disturbi dell’apprendimento”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *