Romano: “La formazione come ponte tra i giovani ed il lavoro”


“Conosci i nostri candidati” è una raccolta di interviste (che potrai leggere qui), finalizzate a far sapere meglio i temi e le proposte dei protagonisti di Senso Civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia. Ecco Graziana Romano, consulente del lavoro e membro della Segreteria regionale dei SocialDemocratici.

Chi sei?

Sono sposata, con un figlio, appassionata di musica e lettura.

Cosa faccio?

Laureata in Scienze della Amministrazione pubblica e privata presso l’Università Aldo Moro di Bari, sono Consulente del lavoro, componente della presidenza nazionale AITEF Onlus (in cui svolgo attività di
volontariato) e della segreteria Regionale Socialdemocratica.

I temi della tua campagna elettorale?

Quelli che affronto ogni giorno:

  • Semplificazione della burocrazia, abolizione di adempimenti inutili e duplicati;
  • Riduzione del costo del lavoro;
  • Incentivi alle imprese per la ripresa economica;
  • Creazione di posti di lavoro, con grandi investimenti pubblici;
  • Utilizzo dei fondi europei;
  • Immigrazione, un approccio più costruttivo.

Ancora, dobbiamo tutelare i tanti giovani disoccupati, bisogna bloccare la fuga di cervelli, altre nazioni utilizzano le competenze acquisite nei nostri Atenei! Basta!

Bisogna investire in ricerca e sviluppo, incentivare i giovani a rimanere nel nostro Paese, organizziamo un servizio di politiche attive del lavoro efficiente che aiuti a collocarli al posto giusto. Lavoriamo su un sistema formativo che faccia da ponte con le imprese attraverso partnership tra sistemi scolastici e imprese, che permetta, con formazione obbligatoria sul campo, di acquisire competenze per affacciarsi nel mondo del lavoro.
Altro tema centrale della mia campagna elettorale, mi sta molto a cuore per esperienza diretta, è quello dei diritti dei diversamente abili, è possibile che da più di 30 anni dalla legge che ha sancito l’abbattimento delle barriere architettoniche abbiamo ancora città che non riescono ad adeguarsi ?
E’ possibile che un disabile in difficoltà non trova nelle Istituzioni un valido supporto per vivere dignitosamente?
Esiste il P.I.S (Pronto Intervento Sociale), peccato, nessuno lo conosce, le famiglie dei disabili sono in grande difficoltà non sanno a chi rivolgersi!!!
Perché al nord il sistema sanitario permette di ottenere aiuti che al sud sogniamo? Anche in questo campo esistono le due Italie……E’ possibile che una famiglia con un disabile, in difficoltà economica (vista la misera pensione concessa) non possa anticipare le spese di adeguamento e debba rimanere in attesa dei pochi aiuti che i Comuni e gli assistenti sociali mettono a loro disposizione?
Sono questi i temi centrali del mio impegno!

La Parità di genere, ci siamo battuti con “SENSO CIVICO” per la pari dignità e il doppio voto di genere e finalmente abbiamo ottenuto il risultato più volte richiesto, “SENSO CIVICO- UN NUOVO ULIVO PER LA PUGLIA” ha candidato più donne che uomini, è un segnale forte!!!!


Quale proposta porteresti in Consiglio Regionale?


L’Italia a due velocità, insieme per ridurre il divario che ha visto le
regioni del Sud discriminate.
Chiediamo che i 37 miliardi della UE siano utilizzati per la Sanità per
renderla più efficiente a iniziare dai “pronto soccorso”.
Invitiamo le Regioni e le Città Metropolitane a individuare progetti
strategici condivisi per utilizzare bene i 209 miliardi della UE.

Il tuo voto è Importante, insieme possiamo farcela.

Aderisci a Senso Civico

0 comments on “Romano: “La formazione come ponte tra i giovani ed il lavoro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *