Stabilizzazioni sanità, Abaterusso: “Grazie a Speranza, ora serve impegno di tutti”


Ernesto Abaterusso: “Grazie al ministro Speranza la stabilizzazione dei precari della sanità è realtà. Ora serve impegno di tutti per dar seguito alle norme approvate e mantenere alto il livello della sanità pugliese”.

Anche a nome di Articolo Uno Puglia, esprimo soddisfazione per il grande lavoro fatto dal Ministro Roberto Speranza e per la promessa mantenuta con i precari della sanità per la loro stabilizzazione definitiva.Una vicenda che ci è sempre stata molto a cuore e della quale abbiamo interessato il Ministro sin dal 23 novembre 2019 quando incontrò, a Lecce, i responsabili sindacali molto attenti e interessati alla questione. Qualche giorno dopo, in sede di discussione della Legge di Stabilità, il Parlamento, con il sostegno del Governo, approvò l’emendamento che estendeva dal 2017 al 2019 il termine entro cui bisognava aver svolto 36 mesi di servizio per aver diritto alla stabilizzazione.

Termine poi esteso al 31 dicembre 2020, grazie a un altro emendamento presentato nella discussione del Decreto Omnibus. Sollecitammo poi il Ministro Speranza a un intervento normativo chiarificatore, onde evitare problemi di interpretazione della norma. Chiarimento che, grazie al Decreto Rilancio, è arrivato. Ringraziamo pertanto il Ministro Speranza per la concretezza e il senso di responsabilità dimostrati che renderanno possibile tutelare i diritti di migliaia di lavoratori, migliorare i livelli di assistenza del sistema sanitario, anche quello pugliese, e che ci fanno ben sperare nella possibilità che a breve si possa giungere, come promesso, al termine del 31 dicembre 2021.

Aderisci a Senso Civico

0 comments on “Stabilizzazioni sanità, Abaterusso: “Grazie a Speranza, ora serve impegno di tutti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *