fbpx

Ernesto Abaterusso

Sono nato a Patù (LE) il 18 febbraio 1956, dove attualmente vivo. Sono laureato. Ho iniziato giovanissimo la mia attività politica nel PCI.

Sono stato eletto Consigliere della Provincia di Lecce nel 1985, rieletto nel 1990 e fino al 1992 ho ricoperto questo ruolo. Nel 1988 sono stato eletto Sindaco di Patù e sono rimasto primo cittadino per due mandati, dal 1988 al 1993 e dal 1993 al 1997.

Nel 1992 sono stato eletto alla Camera dei Deputati, prima nelle liste del “Partito Democratico della Sinistra” e successivamente in quella dei “Democratici di Sinistra – Ulivo”, ricoprendo il ruolo di parlamentare fino al 2001. In entrambe le legislature sono stato membro della Commissione permanente all’agricoltura.

Nel 2015 sono stato eletto per la prima volta nel Consigliere regionale della Puglia nella circoscrizione di Lecce per la lista del Partito Democratico, raccogliendo 15.188 preferenze e risultando il secondo più suffragato della regione. In questi cinque anni di legislatura sono stato vicepresidente della IV Commissione consiliare (Sviluppo economico) e componente della I Commissione consiliare (Bilancio) e della Commissione regionale di studio e d’inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia.

Nel 2017 ho lasciato il Partito Democratico per aderire ad Articolo Uno, di cui sono Segretario regionale, e ho costituito il primo gruppo consiliare Articolo Uno-Movimento Democratico e Progressista in seno al Consiglio regionale del quale sono stato Capogruppo. Nel 2018 ho dato vita al Gruppo consiliare LeU/I Progressisti ricoprendo il ruolo di Presidente.

Sono stato, inoltre, presidente di diverse Cooperative dedicate al settore ortofrutticolo, olivicolo e tabacchicolo fino a quando, nel 2001, ho dato vita ad un’azienda che opera nel settore calzaturiero del basso Salento.

Dal 2001, inoltre, sono responsabile delle relazioni istituzionali di una società di primaria importanza nazionale.

Dal 2008 al 2014 sono stato presidente di Italia Navigando, società del gruppo Invitalia controllata dal Ministero dell’Economia.