Gio. Lug 25th, 2024

“Chiediamo ad Antonio Decaro, Michele Emiliano, Nichi Vendola, Giuseppe Conte, Elly Schlein, Nicola Fratoianni, Angelo Bonelli ed Enzo Maraio di incontrare i due candidati” del centrosinistra alle Comunali di Bari “e di indurli a trovare tra loro un accordo”.

E’ quanto chiedono in una nota congiunta i coordinatori regionali di Con, Michele Boccardi, Senso Civico, Alfonso Pisicchio, Popolari, Gianni Stea, e Sud al Centro, Lucio Smaldone. La coalizione è bloccata su due nomi, quello di Michele Laforgia sostenuto dal M5s e partiti e movimenti di Sinistra che si riconoscono nella Convenzione, e Vito Leccese scelto dal Pd.

Qualora – aggiungono – questo tentativo non dovesse avere esito positivo, non resta che celebrare consultazioni primarie controllate e trasparenti che consentano ai sostenitori dei due candidati di scegliere il nuovo sindaco di Bari. Perché si tratta di scegliere il sindaco e non solo il candidato perché uniti siamo nelle condizioni di stravincere alle elezioni dell’8 e 9 giugno, assicurando il nostro obiettivo politico di dare continuità alla amministrazione di Antonio Decaro”.

I civici ricordano che “Il tavolo politico di venerdì scorso avrebbe dovuto trovare, negli auspici di tutti, una sintesi tra le due candidature attualmente in campo di Vito Leccese e Michele Laforgia. La coalizione è bloccata dalla mancanza di volontà dei loro sostenitori di convergere su un’unica candidatura e anche dal veto imposto dal M5S all’utilizzo del metodo delle primarie”.

Secondo i quattro movimenti politici “si tratta di rigidità incomprensibili che nascondono egoismi di partito e dimostrano scarso interesse per la continuità del buon governo della città di Bari, che dura da due decenni e che appare ancora oggi graditissimo da tutti i baresi. Noi – aggiungono – che rappresentiamo direttamente i cittadini senza tatticismi e senza la mediazione delle complesse relazioni nazionali tra i partiti progressisti, rifiutiamo questa evidente pratica di egoismo politico. A tal proposito, abbiamo l’obbligo di chiarire che non accettiamo fughe in avanti da parte di nessuno“.

Contatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *